Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2022

#ESSEREGENITORI: Cosa Sappiamo Fare Davvero?

Oggi la maggior parte dei pedagogisti spende tanto tempo a discutere sull' invasione della tecnologia della vita dei bambini . Figli che, addirittura fin da prima dell’asilo, passano troppo tempo incollati davanti a qualsiasi tipo di schermo (tv, tablet, smartphone, consolle per videogiochi...).  La cosa più preoccupante è anche, secondo me, che s pesso i genitori non sanno neanche cosa guardano i figli online , cosa fanno, che tipo di risorse usano… Questo forse accade un po' per pigrizia e un po' per disinformazione, ossia incapacità di gestire alcuni mezzi tecnologici allo stesso livello dei figli. A volte ne sanno di più i figli dei genitori e questo a mio parere NON va bene.  La mia riflessione su questo punto mi porta a scrivere due cose: 1) se mio figlio ne sa più di me, significa che sono rimasta indietro. Devo darmi una svegliata!! Il mondo va avanti e io le cose le devo e le voglio capire. Non mi sento costretta ad utilizzarle (per esempio non uso Facebook ne Inst

MINIMALISMO: 10 punti fondamentali per tutta la famiglia

Ecco 10 punti per tutta la famiglia per iniziare un percorso utile. metti delle piante nel tuo ambiente, sulla scrivania o vicino. Guardare il colore VERDE fa bene alla mente e alla vista. In generale dona energia. non stare seduta/o per più di 20 minuti di seguito fare le cose lentamente ti permette di farle meglio e in modo più efficiente fai spuntini da scoiattolo: frutta secca, semi, bacche, frutti di bosco e piccolo frutti spegni il telefonino e medita o rilassati per almeno 10 muniti al giorno esci all'aperto ogni giorno, se puoi vai nella natura, immergiti nel bosco collabora e condividi con gli altri fai ciò che puoi, con ciò che hai, nel luogo in cui sei ripara, riusa, ricicla sii te stesso

CITAZIONI PREFERITA DEL MESE: inizia da dove sei.

 La mia frase preferita di questo mese: “Inizia da dove sei. Usa quello che hai. Fai quello che sei capace di fare.’’ (Arthur Ashe)

CONSIGLI DI LETTURA per l'estate: La Banda dei Cinque

Questo post è pronto da tempo ma non c'è momento migliore per mettersi a lettere i libri che VI consigliamo delle vacanze estive. Ho scritto VI consigliamo perchè stavolta il consiglio è unico sia da me, Silvia e mamma, che da Elena, figlia 9enne! (...e di certo dovrei includere anche papà Michele, poi capirete perchè) Si tratta delle serie di libri de "La Banda de Cinque" scritti da  Enid Blyton. Abbiamo iniziato a leggere questa serie di libri durante il primo mese di lockdown del 2020. Li aveva scoperti mio marito Michele per puro caso, qualche mese prima in biblioteca e conoscendo bene i nostri gusti di famiglia, ha pensato che li avremmo adorati, e ha avuto ragione! In verità io e Elena NON possiamo dire di averli letti davvero perchè li ha letti tutti (siamo al numero 12) papà Michele, per noi ad alta voce. Col tempo ha donato una voce caratteristica ad ogni personaggio e noi abbiamo imparato ad amarli così, solo come la loro voce fatta dal papà!  Le sere in riva al

MINIMALISMO: 35 Regali che i vostri Figli non Potranno Mai Dimenticare

Kahlil Gibran è un o dei miei scrittori preferiti in assoluto. Non so se ho mai incluso un suo libro nei nostri CONSIGLI DI LETTURA . Se non c'è, lo farò presto! Inizio quindi a scrivere con una sua frase: “Dai poco quando dai ciò che possiedi. È quando doni te stesso che doni veramente”. (Kahlil Gibran) Dopo il periodo di Comunioni e Cresime (in cui tanti bambini avranno già ricevuto oggetti costosi immagino)... ora arriva anche il momento dei regali di fine anno. A parte che ritengo che tre mesi di vacanza e spensieratezza siano già un regalo più che sufficiente, so che tanti coetanei di mia figlia riceveranno oggetti stupendi come smartphone, tablet, biciclette, monopattini ecc. Ognuno fa le sue scelte. Ma in questa situazione io mi trovo a riflettere su ciò che i miei genitori hanno donato e me (e a mio fratello) e che mi è rimasto per sempre. Ho innumerevoli ricordi di vacanza. La maggior parte nella natura incontaminata. Mi ricordo di relax e anche di fatica sui sentieri (e l