Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2022

CONSIGLI DI LETTURA del mese...

 Tra i libri che abbiamo letto ad Aprile, vi consigliamo... Per questo mese  Silvia  consiglia:  La prima sorsata di birra e altri piccoli piaceri della vita (di Philippe Delerm) La prima sorsata di birra, le more nei boschi d'estate, le conversazioni attorno al tavolo di cucina sgranando piselli, il profumo delle mele in cantina, la voce di chi si ama che dice più di quanto dicano le parole, il rosso cupo di un bicchiere di Porto da centellinare, il lieve fruscio della dinamo contro la ruota durante una pedalata notturna... Istanti preziosi, che vanno colti nella loro immediatezza e assaporati con tranquillità. ******** Per questo mese  Elena  consiglia: Clementine  (di Sara Pennypacker) Una settimana con Clementine: 8 anni e un nome che detesta perché è quello di un frutto (e incredibilmente il gioco di parole si presta anche per l'italiano), tanto che inventa nomi "ortofrutticoli" anche per il suo fratellino più piccolo: da "Spinacio" a "Ravanello&qu

Stickers Fai Da Te - CREATIVITA' DIY

Oggi vi racconto una bella attività creativa che abbiamo fatto io e Elena durante le vacanze di Pasqua. Sono dei facilissimi stickers fai da te , fatti in casa con materiali casalinghi super semplici: carta, nastro adesivo trasparente, fogli di carta da forno.  E' un buon modo per recuperare vecchi ritagli, riviste, biglietti. All'Atelier del Riuso NON SI BUTTA NULLA! MATERIALE NECESSARIO: - carta forno (in rotolo o a fogli, va bene sia bianca che marrone. Io riciclo anche quella delle torte salate) - nastro adesivo trasparente, meglio se largo - ritagli di carta vari - forbici ECCO LE FASI DI LAVORO per crearli: 1-   Ritagliare piccoli soggetti da carte di recupero , giornali, ricette, carte di regalo, fumetti, pubblicità... Potete anche disegnare voi dei piccoli soggetti su un foglio, colorarli come vi piace e poi ritagliarli. A me piace lasciare un piccolo bordo bianco attorno ma fate come volete.  2- Tagliare una striscia di carta da forno (o anche in foglio più grande) e

FESTA DELLA MAMMA: un Fumetto sui Doppi Standard Genitoriali

Per a Festa della Mamma di quest'anno, condivido con voi questo bellissimo lavoro pubblicato della graphic designer e madre di due figli Mary Catherine Starr . Illustra come la società vede in modo diverso le mamme rispetto ai papà.   "Pensavo l'avrebbero visto solo i miei amici" , ha detto l'artista  " Ma è diventato PAZZESCO. Il fumetto è stato tradotto in più di 15 lingue e ho ricevuto migliaia di messaggi da persone in tutto il mondo".   Ecco il fumetto completo per voi. Spero vi faccia riflettere! UN PAPA' DIVERTENTE  /  UN MAMMA PIGRA BABYSITTER  /  GENITORE UN PAPA' PRESENTE  /  UNA MAMMA DISTRATTA UN PAPA' MOLTO BRAVO  /  UNA MAMMA NORMALISSIMA UN PAPA' MOLTO PRESENTE  /  UNA MAMMA CHE LAVORA UN PAPA' SUPER AIUTANTE  /  UNA MAMMA Buona Festa a tutte le MAMME del mondo! Perfette così come sono! 💕

MIMIMALISMO: come si fa a NON essere sempre troppo impegnati

Recentemente ho letto un articolo inglese che spiegava come ormai la parola "Busy" ( che significa occupato, impegnato) è diventata il nuovo "Fine" (che significa tutto ok, bene) . Se chiedevi ad un inglese "Come va? How are you?" lui ti rispondeva "Tutto ok, Fine" ... ora ti risponderà "Sempre impegnato, Always Busy" E' successo anche a me. L'ho sentito tante volte anche io in Italia. Fuori dalla scuola, al lavoro. Rispondere a chi ti chiede come va la vita con frasi come: - sempre incasinato - è un delirio - sono sempre al lavoro - sapessi... un casino dietro l'altro ...è diventato più normale e più accettato di una risposta come "Tutto bene!" . E se rispondi tutto bene la gente ti guarda strana! Come? Non sei oberata di lavoro e di impegni? Non sei stressata e incasinata? Sorridi e mi dici tutto bene? Ma dove vivi??? Apparentemente, "impegnato" e "incasinato" sono diventati gli stati pr