Passa ai contenuti principali

Consiglio 35 per il Business Creativo: Idee per dare i nomi alla tue creazioni

Collezione Rose
Collana 23 Tucani Viaggatori
VENDUTA
In questo consiglio speciale per il Business Creativo ecco alcuni consigli utili per dare un nome alle tue creazioni.

Prima di tutto sarà meglio specificare che dare un nome ad ogni singola creazione o almeno alle collezioni a tema è molto importante, serve a caratterizzarle, a renderle ancora più uniche e definire al meglio la loro peculiarità. Inoltre dare nomi curiosi può essere utilissimo per iniziare una conversazione col cliente e poter descrivere le tue creazioni a fondo. Quindi dare nomi è utile e divertente, ma può essere più difficile di quello che sembra.

Qui ho raccolto alcuni suggerimenti fondamentali che possono ispirarti:

1- Dare nomi in onore di amici o amiche. Questa tecnica può rivelarsi molto utile perchè anche altre persone con quello stesso nome potrebbero essere attirate ed acquistare la creazione. Inoltre incuriosisce e crea mistero, ancora più se il nome è seguito da un aggettivo, tipo "Amy, la dolce" o "Lucia, temeraria".

2- Puoi creare collezioni con un nome di persona e poi aggiungere un numero ad ogni pezzo della collezione, così che ogni creazione sia numerata in serie, affinchè sia irripetibile. Esempio: Silvia#1, Silvia#2 ecc. e non ripetere mai i numeri nemmeno dopo aver venduto quel pezzo. Ricordati a che numero sei arrivata per ogni collezione e riparti da lì.

3- Dai nomi ispirandoti a una parte importante della tua creazione e ai materiali che usi. Se ad esempio usi delle conchiglie, delle perle o dei vetrini levigati dal mare puoi chiamare quella creazione "Gioia dal mare" o qualcosa di simile...

4- A volte una buona idea può essere usare nomi che esprimono l'emozione che quella creazione dà a te, mentre la guardi o mentre l'hai creata. Infatti quella sensazione è ciò che tu vuoi esprimere e se è anche il suo nome sarà più facile che venga trasmessa nel modo giusto al possibile cliente.

5- Usa un tradizionale dizionario e sfoglialo alla ricerca di aggettivi o nomi anche un pò inusuali che ti aiutino a definire meglio l'unicità che si nasconde dentro a quella precisa creazione.

6- C'è chi ama le citazioni, puoi collezionarne un pò, se ne trovano tantissime on-line. Assegna la giusta frase ad ogni pezzo della collezione e vedrai che poesia nascerà! A volte la frase giusta salata fuori da sola ed è semplicemente perfetta per quella creazione. Includi poi quella citazione nella descrizione dell'oggetto sul tuo sito/blog.

7- Colleziona una serie di titoli di libri, film, nomi di colori e sfumature, nomi di smalti colorati ecc ... sono molto suggestivi e misteriosi e possono essere ottimi nomi di collezioni o di creazioni singole.

8- Dai nomi che descrivano la storia che sta dietro al pezzo che hai creato, da dove è nato, da dove vengono i materiali che lo compongono, perchè è diventato così e anche dove sogna di andare e con chi...
Esempio: "La Collana Timida che voleva vivere in campagna"
oppure "Rosetta la scatola che viene dai mari del Sud per stupirti"

9- Usa aggettivi che di solito di riferiscono al cibo... dolce, succosa, acida, profumata, morbida, soffice, croccante. Dona una sensazione particolare a chi guarda la creazione con gli occhi ma è spinto ad attivare anche gli altri senso.
******
Io cerco sempre di dare un nome ad ogni collezione di gioielli ecologici, anche se molto limitate e composte da pochi pezzi particolari. Ricordati che non deve essere per forza qualcosa di troppo misterioso o fuori dall'ordinario. L'importante è che in qualche modo RACCONTI UNA STORIA da cui il cliente possa iniziare a sognare con la fantasia. Se il cliente si riconosce il ciò che il nome esprime, si crea subito una connessione, come se avessimo condiviso un segreto e questo facilità moltissimo le vendite.
Buon divertimento !

Commenti

  1. Post utilissimo per chi, come me, sta per aprire il proprio negozietto su Etsy. Ti ringrazio molto, farò tesoro dei consigli :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Consiglio 40 per il Business creativo: l'importanza del Packaging

"Per le api i fiori più attraenti sono quelli dai colori più vivaci. Sotto questo aspetto siamo un po’ come le api: siamo attratti da tutti i colori e le forme che spiccano."Quindi ecco il mio nuovo consiglio: fate attenzione al packaging! A volte quando si crea di spende tempo solo x le creazioni e mai x la confezione. Bisogna invece ricordarsi che il modo di presentare e di consegnare la vostra creazione nelle mani del cliente, è altrettanto importante. Pensate ad un packaging accattivante e soprattutto hand made. Nel maketing le confezioni dei prodotti sono progettate per farci desiderare il prodotto all’interno, sono studiate per farci sentire come bambini in un negozio di dolciumi.Ecco alcune idee che spero vi possano dare la giusta ispirazione!  A presto!(Img via Pinterest)

Consiglio 23 per un Business Creativo: TANGRAM
FAI-DA-TE PER SVILUPPARE LA CREATIVITA'

E' da un pò che non pubblico i CONSIGLI PER UN BUSINESS CREATIVO. Eravamo rimasti al numero 22 intitolato "9 SUGGERIMENTI PER DIVENTARE UN MIGLIORE VENDITORE ONLINE"(che potete leggere qui) ed ora recupero subito con questo consiglio che spero apprezzerete!

E' qualcosa di speciale scritto anche per festeggiare le mie 36000 visite di settimana scorsa, GRAZIE a chi mi segue!

Un pò di tempo fa vi ho parlato dei MANDALA: colorare un mandala non è semplicemente come colorare un disegno qualsiasi, ma può essere un'esperienza illuminante per ritrovare se stessi. Si tratta di un'attività di meditazione e introspezione, molto rilassante e sorprendentemente efficace per ritrovare l'ispirazione creativa. Chi non li ha ancora scoperti può leggere qui e scaricare il mandala che preferisce da colorare.

Da allora, tengo sempre in un cassetto della mia secretaire personale una busta trasparente con alcuni MANDALA stampati e pronti da colorare. Alcune sere ne sento il biso…