Passa ai contenuti principali

Business Creativo - Consiglio 5: L'INGLESE PERO' E' IMPORTANTE

Analisi di un commento ricevuto:

Per promuoversi e vendere su siti tipi Etsy... "bisogna assolutamente sapere bene l'inglese e quindi già qua io sono tagliata fuori"


>> Questo è vero, di certo se si scelgono sito tipi Etsy o comunque con utenza tipicamente ameiricana o di lingua inglese, sapere scrivere e comprendere bene questa lingua è abbastanza importante, se non fondamentale. E' chiaro che chiunque tentasse di vedere delle marce senza saper ben spiegare ciò che offre e senza sapere seguire le esigenze e le richieste del cliente è destinato a fallire in fretta.

Possiamo però prevedere due opzioni: se si conosce l'inglese possiamo agilmente allestire il negiozio su un sito prescelto e rivolgerci alla clientela anche americana e globale.

Se invece non si conosce la lingua, allora possiamo allestire il negozio sul sito prescelto (usando anche le mie guide come aiuto) e cercando qualche parolina sul dizionario. E poi scegliere di rivolgersi alla sola clientela di lingua italiana, compilando le descrizioni degli articoli SIA in lingua italiana che il lingua inglese e prevedendo di SPEDIRE SOLO in italia.

Questo restringe le opportunità di vendita ma vi permetterà di selezionare un target che effetivamente potete gestire. Rivolgersi al mondo intero senza poterlo davVero gestire in modo porofittevole è inutile e vi farà perdere tempo per niente.


Voglio concludere questa analisi però con 2 consigli un pò alternativi:

Alternativa 1: iscriversi ad un corso di inglese. A volte gli scogli nella vita si presentano per un motivo e magari vogliono "dirci" qualcosa. A mio parere al giorno d'oggi conoscere almeno a livello medio la lingua inglese è abbastanza importante e penso che potrebbe essere utile in tanti altri settori, non solo quello del business creativo. Quinsdi la domanda è "PERCHè NO?" ... INVESTIRE IN CONOSCENZA è SEMPRE UNA BUONA SCELTA (se non altro potrete fare un bel viaggio in Irlanda... io ci sono stata e ve lo consiglio dal profondo del cuore!)

Alternativa 2: se non so l'inglese, non voglio o non posso frequentare un corso per impararlo, ho troppa difficoltà a gestire la clientela globale e da quella nazionale non ottengo risultati... allora CAMBIO CANALE!!! Vorrà dire che non è la strada giusta per me! Se un sito è di moda non significa che sia giusto anche per me.
Quindi soffermati a pensare... dove ti esprimi bene, dove riesci a conquistare l'attenzione di chi ti ascolta, dove ti accorgi che gli altri capiscono che sei brava ecc... sviluppa questo canale! Non perdere tempo!

(NELLA PROSSIMA GUIDA HO PENSATO DI INSERIRE TANTI ESEMPI DI LUOGHI E METODI PER PROMUOVERSI E VENDERE CHE NON SONO AFFATTO LEGATI AL WEB E VI PERMETTERANNO DI GESTIRE MEGLIO E CON PIU' LIBERTA' IL VOSTRO BUSINESS CREATIVO, TROVANDO UN CANALE DAVVERO ADATTO ALLE VOLTRE CAPACITA'. SPERO VI SARA' UTILE)

Buona Giornata a chi mi legge! Silvia

Commenti

  1. grazie dei consigli preziosi e auguri.

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, premesso che trovo le tue guide utilissime e le ho anche segnalate sul mio blog, non mi trovo molto d'accordo con la tua analisi odierna. Posso esprimere il mio parere? L'inglese che serve per scrivere piccole descrizioni e per comunicare le spedizioni agli acquirenti si può imparare oppure ci si può far aiutare da qualche amico o parente, invece la primissima cosa che secondo me è fondamentale:
    => cura estrema delle foto (le vendite online si basano esclusivamente sulle foto quindi se quelle sono brutte, scure, mosse e non riescono a far risaltare l'oggetto...)

    RispondiElimina
  3. Ciao Silvia, ho letto del matrimonio e volevo farti i miei più cari auguri! capisco gli impegni di questo periodo anche io ho dovuto organizzare tutto in fretta...ma tranquilla ce la farete! un abbraccio e auguri anche di Buona Pasqua :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Silvia, graziedi tutto! Ti scrivo per dirti che è già da un pò che penso di mettere qualche mio lavoro su Etsy e il discorso della lingua inglese, sempre mi faceva rimandare...sono molto esigente con me stessa, non solo con i lavori, ma come gli presento nel blog, ecc...non so neanche parlare bene l'italiano,figurati con l'inglese, ma sai che ho pensato 2 giorni fa? Perchè non provare? Chissà se usando Google Traduttore , riesco a cavarmela? Beh, ho passato tutto il pomeriggio a organizzare, alle 19::00 sono riuscita a finire...so che probabilmente gli errori ci sarano, forse le foto non sono come li volevo, ma almeno sono riuscita a sconfigere questa brutta paura che ci fa fermarsi davanti agli ostacoli. Ho pensato di provare almeno per 1 mese, se venderò , continuo, altrimenti lascio via. Sono contenta però perchè ho provato!!! Bacione

    RispondiElimina
  5. Dimenticavo!! Auguri per il matrimonio e Buona Pasqua!!!

    RispondiElimina
  6. dopo aver raccolto i tuoi sempre preziosi consigli, ti lascio una serena Pasqua e l'augurio che il matrimonio sia solo la partenza di una magnifica storia d'amore!
    tanti auguri rachele

    RispondiElimina
  7. Grazie per tutti i consigli, Tanti Auguri per il tuo matrimonio... I miei migliori auguri affinchè l'amore che oggi vi unisce vi accompagni per tutta la vita....Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  8. Anch'io come Alessia penso che tra un buon traduttore e un minimo di conoscenza nostra o di qualcuno che ci possa aiutare a correggere gli errori del traduttore ;P si possa riuscire a gestire le descrizioni e le eventuali comunicazioni.
    Ti volevo fare anch'io tantissimi auguri per il matrimonio, sono sempre notizie piacevoli anche quando non ci si conosce personalmente!!!!

    RispondiElimina
  9. Grazie ancora per i consigli e tanti tanti Auguri per un Felicissimo Matrimonio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Consiglio 40 per il Business creativo: l'importanza del Packaging

"Per le api i fiori più attraenti sono quelli dai colori più vivaci. Sotto questo aspetto siamo un po’ come le api: siamo attratti da tutti i colori e le forme che spiccano."Quindi ecco il mio nuovo consiglio: fate attenzione al packaging! A volte quando si crea di spende tempo solo x le creazioni e mai x la confezione. Bisogna invece ricordarsi che il modo di presentare e di consegnare la vostra creazione nelle mani del cliente, è altrettanto importante. Pensate ad un packaging accattivante e soprattutto hand made. Nel maketing le confezioni dei prodotti sono progettate per farci desiderare il prodotto all’interno, sono studiate per farci sentire come bambini in un negozio di dolciumi.Ecco alcune idee che spero vi possano dare la giusta ispirazione!  A presto!(Img via Pinterest)

Consiglio 35 per il Business Creativo: Idee per dare i nomi alla tue creazioni

In questo consiglio speciale per il Business Creativo ecco alcuni consigli utili per dare un nome alle tue creazioni.

Prima di tutto sarà meglio specificare che dare un nome ad ogni singola creazione o almeno alle collezioni a tema è molto importante, serve a caratterizzarle, a renderle ancora più uniche e definire al meglio la loro peculiarità. Inoltre dare nomi curiosi può essere utilissimo per iniziare una conversazione col cliente e poter descrivere le tue creazioni a fondo. Quindi dare nomi è utile e divertente, ma può essere più difficile di quello che sembra.

Qui ho raccolto alcuni suggerimenti fondamentali che possono ispirarti:

1- Dare nomi in onore di amici o amiche. Questa tecnica può rivelarsi molto utile perchè anche altre persone con quello stesso nome potrebbero essere attirate ed acquistare la creazione. Inoltre incuriosisce e crea mistero, ancora più se il nome è seguito da un aggettivo, tipo "Amy, la dolce" o "Lucia, temeraria".

2- Puoi creare collez…

Consiglio 23 per un Business Creativo: TANGRAM
FAI-DA-TE PER SVILUPPARE LA CREATIVITA'

E' da un pò che non pubblico i CONSIGLI PER UN BUSINESS CREATIVO. Eravamo rimasti al numero 22 intitolato "9 SUGGERIMENTI PER DIVENTARE UN MIGLIORE VENDITORE ONLINE"(che potete leggere qui) ed ora recupero subito con questo consiglio che spero apprezzerete!

E' qualcosa di speciale scritto anche per festeggiare le mie 36000 visite di settimana scorsa, GRAZIE a chi mi segue!

Un pò di tempo fa vi ho parlato dei MANDALA: colorare un mandala non è semplicemente come colorare un disegno qualsiasi, ma può essere un'esperienza illuminante per ritrovare se stessi. Si tratta di un'attività di meditazione e introspezione, molto rilassante e sorprendentemente efficace per ritrovare l'ispirazione creativa. Chi non li ha ancora scoperti può leggere qui e scaricare il mandala che preferisce da colorare.

Da allora, tengo sempre in un cassetto della mia secretaire personale una busta trasparente con alcuni MANDALA stampati e pronti da colorare. Alcune sere ne sento il biso…